I miracoli del Ph Alcalino

Come stare in Forma e avere Energia seguendo una Dieta in “equilibrio”, da un punto di vista un po’ particolare: quello acido-basico.

Oggi parleremo di qualcosa di davvero importante e anche affascinante. Come in ogni articolo, ti darò informazioni semplici e pratiche (Zeniali) per poter trarre vantaggio da ciò che avrai appena letto.

Prima però, perdonami, è doveroso che io ti spieghi velocemente alcune informazioni tecniche utili a capire perché avere un Ph Alcalino è così fondamentale.

Molti di noi non sanno (e anch’io l’ho scoperto solo pochi anni fa) che il nostro corpo è un sofisticatissimo motore che va ad elettricità.

Tutte le nostre cellule si nutrono e comunicano tra di loro grazie a un sofisticato sistema di impulsi nervosi e questi non sono nient’altro che impulsi elettrici.

Ora, come immaginerai, per vivere bene e in salute le nostre cellule devono essere sane; perché ciò succeda bisogna che ricevano la corrente elettrica che permetta loro di nutrirsi, ripulirsi e comunicare.

La domanda è: ma da dove arriva questa elettricità? Dall’equilibrio tra l’acidità e l’alcalinità presente nel sangue.

Per misurare questo equilibrio, si usa la scala del Ph: un Ph 0 indica una sostanza completamente acida, un Ph 14 una completamente alcalina, mentre Ph 7 rappresenta “l’equilibrio” e cioè “Ph neutro” (se ripensi a certe pubblicità, ricorderai frasi come “Ph 5.5, rispetta la naturalità della tua pelle”; ecco, adesso sai meglio cosa significa).

Per produrre la giusta corrente e vivere in salute, il Ph ottimale del tuo sangue dovrebbe essere di poco superiore a 7.

Ora, la domanda che potresti farmi è: “Christian, ma come faccio a sapere quant’è il mio Ph?”. Se ultimamente hai fatto gli esami delle urine, ti basterà dare un’occhiata al referto per trovare il valore di cui stiamo parlando; diversamente, potresti andare in farmacia e comprare delle “cartine tornasole” con le quali effettuare il test direttamente a casa tua. Tuttavia, queste striscette sono diventate care e io non ti consiglio di fare alcun test.

Tra poco ti svelerò alcuni consigli che potrai seguire per portare il tuo Ph a livello ottimale, senza bisogno di test.

Ma prima, voglio proprio convincerti di quant’è importante che tu prenda sul serio questo argomento!

I problemi di salute causati da un Ph Acido del sangue

Quando nel tuo corpo l’equilibrio acido-base si sposta verso l’acidità, inizia il fenomeno di coagulazione del sangue; una cattiva circolazione causa da subito una carenza di ossigeno alle cellule, che così si affaticano e iniziano ad ammalarsi, morendo prima del tempo.

E cosa succede quando le cellule muoiono? Rilasciano altro acido nel sangue che dà inizio al processo di acidificazione (un Ph quindi inferiore a 7). Ciò che più deve preoccuparci, è che un sangue “acido” rappresenta l’ambiente ottimale dove i germi possono crescere e duplicarsi.

Non andando nel tecnico, ecco un elenco delle principali patologie favorite, se non causate, da un Ph acido del sangue:

Obesità
Diabete
Cancro
Malattie renali
Influenza
Artrite
Allergie
Osteoporosi
Pressione alta
Mal di testa
Malattie Cardiovascolari
Ecc.. via

Dando per scontato che tutti vogliamo tenere alla larga queste malattie, vediamo come comportarci nella vita di tutti i giorni per avere un corretto “rapporto acido-base”.

Come “alcalinizzare” il proprio corpo?

Ecco una guida rapida su  “cosa fare” per portare il Ph del tuo sangue a livelli ottimali.

  • Bevi un bicchiere di acqua ogni ora. Spesso non ce ne accorgiamo, ma beviamo veramente poco, anche meno di un litro al giorno. Se prenderai questa semplice abitudine di bere un bicchiere di acqua ogni ora, non ti sarà difficile arrivare a bere 2/2,5 l al giorno, che rappresenta un apporto ottimale di fluidi. Ricordati anche di guardare l’etichetta dell’acqua e di sceglierne una a basso residuo fisso (sotto 25 mg/litro), così favorirà la diuresi ed eviterà problemi renali.
  • Per quanto riguarda il cibo, cerca di ridurre il consumo di prodotti animali (carne e latticini), di quelli raffinati e di quelli contenenti additivi e conservanti; chi più chi meno, sono tutti responsabili dell’aumento dell’acidità del tuo sangue. Aumenta invece il consumo di vegetali (frutta e verdura), preferibilmente crudi così da mantenere intatte le vitamine presenti all’interno. Per aiutarti nella scelta di cosa mangiare, scarica questa tabella con i valori di Ph dei cibi e dei liquidi.
    Quando scegli il tuo menù per il pasto, cerca sempre di avere almeno un cibo fortemente alcalino e, se riesci, almeno un giorno alla settimana, assumi esclusivamente frutta e verdura.
  • Fai esercizio fisico con l’obiettivo di arrivare a 5 sessioni alla settimana da 1 ora (se non stai facendo movimento, ricordati che si deve procedere per gradi! Iniziare con 2 sessioni alla settimana di camminata veloce può andare più che bene. Inoltre, puoi leggere “Siamo tutti nati per correre” e prendere spunto da lì per iniziare). Il movimento metterà il turbo ai risultati del tuo nuovo stile di alimentazione e inonderà il tuo corpo di serotonina, dopamina e altri ormoni che sono i responsabili del tuo benessere e buon umore. Quali sport scegliere? Io ti consiglio di alternare, così non ti stuferai mai e allenerai in maniera più completa il tuo fisico; valuta sport come corsa, bici, nuoto, ballo, yoga, pesi, pilates, ecc.
  • Cerca di rilassarti, di ridere molto e di non prenderti troppo sul serio… la Vita va vissuta come se fosse una magnifica onda e noi degli appassionati serfisti con la voglia di cavalcarla: cadremo tante volte, ma l’emozione che proveremo quando riusciremo a salirci sopra ci ripagherà di tutti gli sforzi fatti!

Se vuoi approfondire e conoscere più strategie per alcalinizzare il tuo corpo, ti consiglio il libro di uno dei massimi esperti in materia di PH Alcalino: “I miracoli del Ph alcalino” del dottor Robert O. Young.

Per questo post è tutto; come sempre, se hai voglia di condividere la tua esperienza, i tuoi successi, ma anche i tuoi errori, sarò ben contento di leggerti e risponderti nei commenti. E se il post ti è piaciuto, ti chiedo di aiutarmi a far crescere Zenio, condividendo questo post tramite i pulsanti social che trovi qui sotto.

Un sorriso ai Miracoli del Ph Alcalino,
Christian

2 risposte a “I miracoli del Ph Alcalino”

  1. Ciao Christian,
    in quanto ad alimentazione mi trovi preparata e assolutamente favolevole e “sponsorizzatrice” di un Ph alcalino….deformazione da quasi naturopata!!
    Questo dell’alimentazione è un discorso MOLTO delicato e ci sarebbero una montagna di cose da dire su alimenti “buoni” e alimenti “cattivi”, quello che voglio aggiungere è il riferimento ad un libro leggero, ma completo che mi ha aiutata a districarmi in quest’ambito: “Diete Vegetariane, Esercizio Fisico e Salute” http://www.macrolibrarsi.it/libri/__diete_vegetariane_esercizio_fisico_e_salute.php?idsearch=6339561 Lo consiglio a tutti, scoprirete cose che nemmeno immaginate a rigurado degli alimenti!! E’ una promessa!!
    Un’altra piccola cosa per una buona dieta alcalinizzante, possiamo anche fare attenzione al Ph dell’acqua che beviamo, oltre che al basso residuo fisso. il Ph infatti se magiore di 7 rende l’acqua alcalina.

    Buona bevuta a tutti!!
    Flavia

    1. Grazie Flavia! E’ veramente una bella sensazione vedere una partecipazione così attiva alle tematiche di Zenio… quindi, ringraziando Flavia, colgo anche l’occasione per ringraziare tutti coloro i quali stanno contribuendo a far crescere questo “Sogno”!

      Grazie anche per aver condiviso questo titolo (che tra l’altro ho subito ordinato, non posso non averlo!), così che tutti possiamo approfondire le tematiche legate agi alimenti, al naturale e anche al Ph.

      E inoltre, interessantissimo lo spunto sull’acqua: avevo intenzione di parlarne in un post successivo, ma sono contento che tu abbia anticipato il discorso 😉

      Gli articolo di Zenio nascono per dare idee/soluzioni/spunti di rapida applicazione, quindi non sono la sede adatta per lunghe trattazioni… ciò non toglie che, su alcune tematiche, sia veramente importante continuare e approfondire la propria formazione su manuali o corsi specifici.

      A presto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *