Come Respirare? Nella risposta il segreto per un’Ottima Salute

La respirazione diaframmatica è il Segreto per avere tutta l’Energia, la Salute e il Benessere di cui abbiamo bisogno. Vediamo come si fa…

Possiamo sopravvivere settimane senza cibo, pochi giorni senza acqua, ma solo un minuto o poco più senza ossigeno! Questo ci deve dare la misura di quanto sia importante, per la nostra Vita, una respirazione in grado di ossigenarci come si deve.

Alla base di molte malattie c’è una carenza di ossigeno.

È stato ormai ampiamente dimostrato che la carenza di ossigeno causa malattie e, in generale, una carenza di Energia nel corpo umano.

Il dottor Otto Warburg, premio Nobel per la medicina grazie alla sua ricerca sulla respirazione cellulare, afferma:

La crescita delle cellule cancerose inizia da una relativa carenza di ossigeno. Il cancro non può svilupparsi in un ambiente ben ossigenato

Nella sua ricerca spiega poi come un ambiente anaerobico (= carente di ossigeno), crea un’alta quantità di malattie degenerative, come insufficienze cardiache e diabete.
Senza un adeguato apporto di ossigeno, il corpo non riesce a espellere i rifiuti; di conseguenza,  l’accumulo di tossine resta dentro di noi ed è proprio questo fenomeno a causarci le malattie.

Il contraltare di questo fenomeno è che un corpo ricco di ossigeno non sarà mai un terreno fertile per batteri, germi e virus!

Più ci dedichiamo a una corretta respirazione, più energia abbiamo per purificare il nostro corpo e mantenerci in piena Salute.

Ma come fare, quindi, per respirare correttamente? Vediamolo insieme.

La Respirazione Diaframmatica per avere Energia, Benessere e Tranquillità

Stiamo per vedere insieme un modo Semplice per respirare che, bada bene, ti permetterà di eliminare fino al 70% delle scorie presenti dentro di te! Non male, vero?

Non smetterò mai di ricordarlo (e ricordarmelo!): il respiro è Vita, ci fornisce gran parte dell’Energia di cui abbiamo bisogno e ci difende dai malesseri; peccato che la gran parte di noi sfrutti solo circa il 20% della propria capacità respiratoria.

Però oggi ho una speranza: riuscire, con questo articolo e con l’aiuto di tutti i Zeniali lettori del Blog, ad aumentare questa percentuale!! Coraggio, possiamo fare la differenza, imparando a respirare correttamente e insegnando a fare altrettanto alle persone a noi vicine!

Bene, la respirazione corretta si chiama: Respirazione Diaframmatica.

Quando inspiriamo (mettiamo dentro di noi aria), l’ossigeno arriva al sangue che scorre nei polmoni, rivitalizzandolo; quando invece espiriamo (buttiamo fuori aria), le tossine presenti nel nostro sangue (come, ad esempio, l’anidride carbonica) vengono espulse.

La questione è che la maggior parte di noi, quando respira, utilizza soltanto la parte alta dei polmoni, dove circola un misero 20% di tutto il sangue che abbiamo in corpo.

Per ovviare a questo problema, e ottenere quindi il massimo beneficio dall’aria che respiriamo ogni giorno, dobbiamo imparare a respirare dal basso verso l’alto, cioè col diaframma.

Per capire se stai procedendo in maniera corretta ti basterà appoggiare una mano sulla tua pancia;  quando inspiri, la parte che per prima dovrà gonfiarsi sarà proprio quella dello stomaco (dal basso) e, a seguire, dovrai riempire la parte alta (quella dei polmoni, per intenderci)!.

Per migliorare ulteriormente questo tipo di respirazione, ti consiglio anche di contare i secondi rispettando questa proporzione: 1 – 4 – 2

Inspira contando multipli di 1 (col naso)
Trattieni il respiro contando multipli di 4
Espira contando multipli di 2 (con la bocca)

Un esempio per capire la questione “multipli”: se decidi di inspirare per 3 secondi, dovrai poi trattenere per 12 secondi (cioè 3 x 4) e successivamente espirare per 6 (cioè 3 X 2).

Per iniziare puoi anche solo inspirare per 1 secondo, trattenere per 4 ed espirare per 2; nel tempo, come è capitato a me, arriverai tranquillamente ad inspirare per 7/8 secondi.

Il consiglio è di fare 10 respirazioni consecutive così, per almeno 3 volte al giorno. Se le prime volte dovessi sentire un po’ di giramento di testa, sappi che è normale, perché stai iper-ossigenando il tuo fisico.

Avendo la costanza nel fare queste semplici “respirazioni profonde” inizierai, dopo pochi giorni, a notare un incredibile aumento di energia, sentirai meno stanchezza , avrai più voglia di fare e, in generale, col tempo, inizierai a notare che il tuo Benessere andrà sempre meglio!

Prima di lasciarti, ci tengo a fare una riflessione: l’articolo che hai appena letto rappresenta molto bene, a mio avviso, il concetto di “Zenialità”: non serve ricercare strumenti o soluzioni difficili e non servono, quasi mai, grandi rivoluzioni… Piuttosto servono i “piccoli semplici gesti”, fatti con straordinaria costanza!

Se ti va, fammi sapere le tue esperienze o i tuoi pensieri lasciando un commento qui sotto; aiuterai così tutta la comunità di Zenio a crescere, grazie al continuo scambio di idee, successi e insuccessi. E, ti rinnovo l’invito, se l’articolo ti è piaciuto, puoi utilizzare i tasti social qui sotto per condividerlo con le tue conoscenze, aiutando così tutti a vivere una Vita più Felice!

A presto,
Christian Roncarolo

Immagine di: Google Immagini

6 risposte a “Come Respirare? Nella risposta il segreto per un’Ottima Salute”

  1. Grazie Christian per questo preziosissimo articolo. E’ vero, i “piccoli semplici gesti” costanti creano le grandi rivoluzioni nella nostra vita!

    1. Grazie a te Monica! È bello condividere una filosofia di pensiero e cercare di coinvolgere altre persone a pensarla come noi, naturalmente mostrando con i fatti la validità di ciò che si pensa!

      Nel mio corso dedicato al Bilancio Familiare, mi è capitato diverse volte di “scontrarmi” con l’idea che “Se una cosa è semplice allora tutti l’avrebbero già fatta… quindi non funziona!”; e invece, spesso, è vero proprio l’esatto contrario: le cose semplici son quelle che danno maggiori risultati; in pochi però “le fanno” solo perché, essendo semplici, non avrebbero scuse nel caso di “fallimento” 😉

      Ricerchiamo, per quanto è possibile, la semplicità e poi cerchiamo di farne tesoro!

  2. Grazie Chistian, ottimo articolo, devo dire che da qualche tempo sto cercando di avere più consapevolezza del mio corpo, cerco molto sulla rete o in libreria,
    e questo della respirazione , proprio come hai scritto tu è una delle cose più importanti e fondamentali.
    Siamo spesso distratti dai ritmi del vivere odierno e ci “dimentichiamo” spesso di “ascoltarci”.
    Come un’altra cosa di cui mi sono reso conto e di quanta poca acqua bevevo durante tutta la giornata, infatti ho preso l’abitudine appena alzato al mattino di bere un bel bicchierone d’ acqua a temperatura ambiente, poi cercare di bere almeno ogni ora quando è possibile.
    L’importanza dell’acqua per il nostro organismo penso sia un’altra di quelle cose fondamentali per la nostra salute,
    quindi Christian, mi piacerebbe leggere uno dei tuoi interessantissimi articoli su questo argomento.

    Grazie ancora,
    a presto
    Giuseppe

    1. Ciao Giuseppe,

      un grazie sentito anche a te per i complimenti e per aver condiviso con tutti noi la tua esperienza!

      Il discorso acqua è molto interessante e merita decisamente un articolo di Zenio; per quanto mi riguarda, ogni mattina, prendo due bottiglie di acqua e gli scrivo sopra la data, col pennarello; fatto ciò, è facile capire quanto ho bevuto e, soprattutto, quanto mi manca per arrivare ai 3 litri che mi sono imposto. Naturalmente, nel caso dovessi farmi un the (e io ne faccio abbastanza) userò l’acqua delle bottiglie.

      Il tuo commento me ne ha fatto venire in mente un altro in cui una lettrice, Flavia Ghedini, parlava proprio di acqua e di come prestare attenzione al PH della stessa:
      https://www.zenio.it/i-miracoli-del-ph-alcalino/

      Essendo lei una futura Naturopata e soprattutto un’appassionata di tematiche riguardanti il benessere fisico, proverò a chiederle se ha voglia di regalarci un articolo, scritto da lei, proprio sull’Acqua.

      A presto per le news.

  3. bell’articolo! ma ho una domanda, se inspiro per 6 secondi poi devo trattenere il fiato per 24 secondi? non si accumula anidride carbonica?

    1. Ciao Davide,

      inspirando e trattendendo il fiato permetti al corpo di ossigenarsi. Quando espirerai tirarei fuori l’anidride carbonica. Il problema del nostro modo di respirare “spontaneo” è che non ci permette di ossigenare bene i polmoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *